ORONews rubrica economica di Orovilla

Metalli Preziosi

Non solo Oro

L’oro è il bene rifugio per eccellenza, ma ci sono metalli preziosi che svolgono lo stesso ruolo e che possono e devono rientrare nel paniere dei beni rifugio di un buon investitore. Argento, platino e palladio sono i metalli preziosi che trovi nel nostro Banco Metalli.
Ne osserviamo le performance, le potenzialità e le peculiarità sia da un punto di vista finanziario che di prospettive per il futuro. Investire in metalli preziosi significa restare informati.

Metalli preziosi e oro usato: la fusione

Metalli preziosi e oro usato: la fusione

Quando vendi i tuoi gioielli, l’oro e i metalli preziosi vengono lavorati per essere nuovamente utilizzabili e purificati da sostanze estranee, per farli tornare ai 24 carati. Sono vari i passaggi attraverso i quali viene recuperato il metallo puro contenuto nei gioielli usati, il primo di questi è la fusione.

Continua a leggere

Platino e palladio nella rivoluzione green

Platino e palladio nella rivoluzione green

4 metalli preziosi gioveranno della green economy: oro, argento, platino e palladio. Come ogni buon investitore aggiornato sa, per effetto di domanda e offerta, le fluttuazioni dei prezzi di questi metalli preziosi sono destinate ad un costante aumento.

Continua a leggere

Oro o diamanti? Non è una sfida tra beni rifugio, ma…

Oro o diamanti? Non è una sfida tra beni rifugio, ma…

Quando si parla di beni rifugio due sono quelli che ci saltano subito in mente: i metalli preziosi, in particolare l’oro, e i diamanti. Se l’oro ha una storia millenaria alle spalle, che lo rende in assoluto il più conosciuto e facile da acquistare, i diamanti sono saliti alla ribalta negli ultimi anni come bene rifugio proposto dagli istituti bancari.

Continua a leggere

La storia dell'argenteria

Questa storia si perde nella notte dei tempi, i vasi d’argento più antichi sono stati infatti ritrovati in tombe sumeriche, parliamo quindi di tremila anni prima di Cristo. I Romani furono grandi appassionati di argenti, dopo di loro un lungo periodo di decadenza fino al Rinascimento quando l’argento ritorna prepotentemente nella vita di tutti i giorni con piatti e posate, brocche, soprammobili e candelieri. Non a caso è questo il periodo che vede la nascita delle prime corporazioni di arti e mestieri.

Continua a leggere