cart
Prenota il tuo appuntamento presso la nostra sede di Milano scopri come

Dossier inflazione: l’inflazione è già arrivata? Come proteggersi con l’oro

Non potevamo non affrontare un tema così caldo in un periodo storico così segnante: l’inflazione è già arrivata? Cosa comporterà? Cosa succederà? Come possiamo tutelarci?

GUARDA L'OROVILLA TALK DEL 12 MARZO

Abbiamo fatto un piccolo sondaggio nel nostro talk di venerdì 12 marzo e alla domanda “Qual è il tuo maggior timore in caso di inflazione?” la vostra risposta è stata netta: 3 su 4 temono la perdita del potere d’acquisto, il 13% il calo dei mercati azionari e solo 1 su 10 il calo dei prezzi delle obbligazioni.

Cos’è l’inflazione e come stanno reagendo i mercati in questo momento

Abbiamo parlato di inflazione e deflazione in uno dei nostri articoli precedenti, ma repetita iuvant, quindi riprendiamo il concetto.

Quando manca la fiducia, quando si stampa denaro come se non ci fosse un domani, i soldi perdono il loro valore e assumono il valore del materiale su cui sono stampati: la carta. Questo è l’effetto principale dell’inflazione che abbiamo visto ad esempio tra la fine degli anni ’20  e l’inizio degli anni ’30 del 900 in Germania o più recentemente nello Zimbabwe. Ma qual è il significato di ‘inflazione’?

INFLAZIONE: aumento dei prezzi di un ampio paniere di beni e servizi, quindi che non si limita a singole voci di spesa. L’effetto principale è la perdita del potere di acquisto a seguito di una perdita di valore della moneta.

REFLAZIONE: moderata inflazione che segue una fase di deflazione, la si riscontra in una fase di una ripresa dell’economia.

STAGFLAZIONE: presenza di inflazione in una fase di stagnazione economica, viene anche chiamata inflazione recessiva.

DEFLAZIONE diminuzione generalizzata dei prezzi che comporta un aumento del potere di acquisto. Può generarsi da un calo della domanda aggregata o in talune economie a seguito di un rafforzamento della moneta nel caso la maggior parte dei beni sia importato

Tecnicamente l’Italia si trova in un momento di reflazione.


Approfondimento
Inflazione o deflazione, come proteggersi nei prossimi mesi

Da una parte assistiamo ad una timida ripresa dell’economia (molto meno timida, anzi decisamente forte in USA e Asia), dall’altra i prezzi sono aumentati anche a causa di una diminuita capacità di offerta (blocchi commerciali, blocchi di produzione, etc.). A questo si aggiunge l’aumento potente in questo periodo del prezzo del petrolio, che è alla base di molte produzioni e che trascina con sé i prezzi di molte materie prime.

Ecco che il primo dei vostri timori, la paura di perdere potere d’acquisto, inizia a farsi vedere, non solo negli USA in netta ripresa, ma anche un EU e in Italia. Quindi subentra la necessità di proteggere i propri risparmi. Ma come?

Titoli obbligazionari o oro fisico? Come investire nei prossimi mesi

Con Maurizio Mazziero abbiamo approfondito l’argomento titoli obbligazionari e rendimenti. Cosa ne abbiamo ricavato? Preziosi consigli, come sempre!

Abbiamo notato un condiviso aumento dei rendimenti e una fondamentale differenza tra i titoli obbligazionari. Abbiamo notato un enorme cambiamento sui rendimenti rispetto ad un anno fa a causa dei portentosi investimenti di FED e BCE. L’inflazione in genere muove i rendimenti USA verso l’alto e questi trascinano inevitabilmente quelli UE. Cosa succede quindi?

rendimenti dei titoli obbligazionari e tassi di interesse

Succede che bisogna fare attenzione. Molti sono ingolositi da tassi di interesse più alti, ma alcuni ignorano che a tassi più alti corrispondono prezzi dei titoli più bassi. Spesso questa situazione porta ad una piccola ma costante perdita di valore reale dei titoli nei lunghi periodi.

E l’oro invece?

L’oro, come abbiamo visto anche nei talk precedenti, mantiene un buon comportamento nei periodi di deflazione o bassa inflazione, mentre riesce addirittura a sovraperformare in casi di inflazione elevata (>3%) con performance che possono superare il 14%.

Performance oro fisico e inflazione

Bisogna considerare inoltre che se i rendimenti sono negativi, come nel caso di titoli obbligazionari di breve/medio periodo, diminuisce il divario tra cedola negativa e oro, che invece non restituisce cedole. L’oro però rimane preferibile in questo caso perché non subisce una detrazione di capitale.

E se la quotazione dell’oro scende?

Come ci si comporta? Anche in quel caso si va incontro a perdite di valore? No. La quotazione dell’oro non è fondamentale e non deve essere tenuta sotto controllo, se non per stimolare nuovi acquisti.

Fissarsi sulla quotazione dell’oro fa perdere di vista 3 obiettivi fondamentali:

  • La protezione del capitale
  • La riserva di liquidità che l’oro rappresenta
  • Il mantenimento del potere d’acquisto

Non ha quindi senso chiedere che cosa accadrà all’oro, se è il momento di vendere e come bisogna comportarsi in un momento come quello attuale in cui l’oro appare più stanco.

È necessario, sempre, mantenere lo zoccolo duro in oro fisico all’interno dei propri investimenti. Ancora di più è furbo avere un Piano di Accumulo che aiuta a sfruttare le momentanee debolezze dell’oro, acquistare a prezzi convenienti e avere ottimi risultati nel tempo.

SCOPRI IL CONTO IN ORO FISICO

Conclusioni: come investire nei prossimi mesi?

Quali consigli traiamo dal nostro talk per aiutare gli investitori più attenti e oculati?

OBBLIGAZIONI

  • Solo con scadenze brevi (poco convenienti in caso di rendimento basso)
  • Titoli legati all’inflazione, ma attendere il rimbalzo

AZIONI

  • Titoli con basso debito, meglio se quasi assente
  • Titoli che possono ribaltare i maggiori costi sui prodotti/servizi
  • Settori favoriti: bancario, costruzioni, beni di consumo, alimentari, viaggi

ORO E PREZIOSI

  • ORO: Privilegiare una strategia di Piano di accumulo (PAC)
  • ARGENTO e PLATINO: buone prospettive sul lato industriali
  • PALLADIO: cautela

(AVVERTENZA Opinioni dell’Autore - Maurizio Mazziero - rivolte a pubblico indistinto. Non costituiscono consigli per comprare o vendere. Ciascuno è responsabile in proprio per le conseguenze nell’utilizzo di queste opinioni. L’autore ha posizioni sui mercati finanziari che potrebbero risultare in conflitto di interesse)

GUARDA L'OROVILLA TALK DEL 12 MARZO

--

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci! I nostri consulenti sono sempre a vostra disposizione via e-mail (orovilla@orovilla.com) oppure telefonicamente al numero 02-8853215.

0 Commenti

lascia un commento
Nome *
E-mail*
Website
Messaggio *
Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 679/2016
Acconsento al trattamento dei dati personali per finalità di marketing
ORONews rubrica economica di Orovilla