Mercati dell'oro

Scopri quali sono i principali mercati dell' oro da Londra a New York con un occhio all'oriente

Tutti i mercati dell’oro nel mondo

Londra

Uno dei mercati più interessanti e qualificati del settore oro, tanto da emanare quotidianamente, in due momenti della giornata, un prezzo considerato quotazione ufficiale incontestabile dagli operatori di tutto il mondo.

Gli scambi di oro tra i membri della London Bullion Market Association (LBMA) determinano due volte al giorno, alle 10:30 e alle 15:00 GMT, il fixing dell’oro (LBMA gold price). La maggior parte dei contratti legati all’oro a livello internazionale fanno riferimento a queste quotazioni. Sul mercato di Londra vengono scambiate circa 500 tonnellate di oro al giorno, pari a circa un quinto della produzione annua globale.

Svizzera

Detiene la fama di importante mercato, grazie anche all’esperienza e professionalità di gruppi di banche, società e credito svizzeri. Si rifà comunque alle regole inglesi. In Svizzera hanno sede le più grandi raffinerie mondiali a cui fanno riferimento la maggior parte delle miniere.

New York

Ultimo mercato dell’oro ad essere nato, a causa del proibizionismo, ma in forte sviluppo. Il Comex del New York Mercantile Exchange (NYMEX) è il cuore degli scambi per tutto il comparto. Qui è possibile negoziare i derivati a termine (futures) sull’oro, attraverso i quali si assume una posizione sul metallo prezioso.

Hong Kong

Si tratta del mercato dell’oro più antico, nonché il principale dell’Estremo Oriente e il 4° nel mondo. Aperto il sabato e quando Londra e New York sono chiusi. Ciò che lo contraddistingue è la tendenza dei prezzi ad essere inferiori anche del 10% rispetto a quelli stabiliti sul continente.

Singapore

Mercato di collegamento tra Londra e i Paesi del Sol Levante che ha un suo fixing stabilito alle 14.00 ora locale. Questo perché si tratta di un mercato molto vicino ai due principali importatori di metallo al mondo: India e Cina.

L’intento di un fixing dedicato al mercato di Singapore è di ridurre la volatilità dei prezzi, che generalmente si registra tra l’orario di chiusura dei mercati in Occidente e le prime ore di apertura in Asia, quando la domanda asiatica di oro non trova riscontro immediato nelle quotazioni fissate, essendo queste ancora legate alle aste londinesi.

Shanghai

Qui il mercato ha il compito di disciplinare gli scambi dei metalli preziosi. La Cina vanta di essere uno dei principali produttori di gioielleria e di prodotti industriali che lavorano metalli nobili, nonché il principale importatore e produttore di oro, considerato come la migliore soluzione d’investimento e di risparmio, per questo ha la necessità di avere un suo indice che pubblica il prezzo dell’oro due volte al giorno sulla base dei quantitativi di domanda e offerta.

Istanbul

Mercato privato creato per organizzare le pratiche commerciali e finanziarie nello stato turco, che si erge come uno dei maggiori produttori e consumatori di gioielleria.

Dubai

Il mercato del Medio Oriente ha il ruolo di piazza finanziaria dedicata al commercio dei metalli preziosi. È un mercato costantemente in crescita, con un volume di scambi in aumento ogni anno.

Come funzionano le quotazioni dell’oro?

Euro/Grammo
ULTIMO PREZZO: 54,77
MINIMO: 54,58
MASSIMO: 55,04
Dollaro/Oncia
ULTIMO PREZZO: 1.645,23
MINIMO: 1.642,91
MASSIMO: 1.660,70

Come funzionano le quotazioni dell’oro?

Il mercato dell’oro è unico e deve essere conosciuto bene nel momento in cui si decide di investire, anche se si tratta del bene rifugio per eccellenza. Ad esempio la sua quotazione è spesso in controtendenza rispetto ai mercati finanziari, ma non mancano casi, come è accaduto nei primi mesi di lockdown nel 2020, in cui i due indici, finanziario e dell’oro, hanno viaggiato nella stessa direzione.

Di fatto l’oro è in tutto e per tutto uno strumento finanziario il cui prezzo viene stabilito quasi esclusivamente nei mercati azionari di Londra, New York e Shanghai e solo in misura nettamente inferiore, quasi trascurabile, gli scambi che avvengono sui mercati fisici (lingotti, monete, oro usato, etc.) hanno un impatto sulle quotazioni.

Partiamo da un concetto base dell’economia che tutti conosciamo: quello della domanda e offerta. Semplificando al massimo, quando la domanda di un bene supera l’offerta il prezzo di quel bene aumenta; al contrario quando c’è un’offerta superiore rispetto alla domanda dei consumatori il prezzo tende ad abbassarsi. In che modo questa legge influisce sul valore dell’oro? Oppure influisce in modo solo marginale?

Come prima cosa non confondere quotazione e prezzo dell’oro: se il prezzo si può conoscere facilmente consultando i grafici delle piazze economiche mondiali, le quotazioni vengono stabilite attraverso il Fixing che ha la sua sede storica sul mercato di Londra e che stabilisce una quotazione basata su domanda e offerta cercando di mantenere un equilibrio anche in base agli andamenti di mercato.

L’apertura del mercato dell’oro è prevista ogni giorno alle ore 10:30 e termina alle ore 15:00. Fin dai primi momenti i vari movimenti di domanda e offerta ne stabiliscono il prezzo, ma la quotazione in apertura e chiusura rappresenta un punto fermo a livello mondiale, controllato, chiaro e trasparente a salvaguardia degli operatori di mercato. Il Fixing viene effettuato 2 volte al giorno e si basa sulle 3 valute più importanti al mondo e cioè l’euro, la sterlina e il dollaro. La quotazione reale viene poi girata allo storico London Bullion Market, che stabilisce poi il prezzo che viene comunicato a ogni investitore.

È proprio questo meccanismo certo e condiviso su tutte le piazze mondiali che rende l’oro così stabile e perfetto per chi vuole investire e mettere al sicuro i propri risparmi.

QUOTAZIONE ORO OGGI

Lo sapevi che… secondo il WGC (World Gold Council), nel 2019 la gioielleria rappresentava la metà della domanda di oro fisico nel mondo (2.192 tonnellate), lingotti e monete un quinto (877 tonnellate), l’accantonamento da parte delle Banche Centrali il 15% (658 tonnellate), gli ETF un decimo (438 tonnellate).

Domanda di Oro annua