cart
Prenota il tuo appuntamento presso la nostra sede di Milano scopri come

Vento di Levante: geopolitica e investimenti, come impatta nel nostro quotidiano?

Ciò che accade a Oriente è sempre più importante. Negli ultimi mesi, man mano che la Cina usciva dalla pandemia e allungava la sua influenza nel resto del mondo, molti equilibri sono mutati. Per questo nell’Orovilla Talk del 9 aprile con Maurizio Mazziero abbiamo cercato di esplorare questi cambiamenti guardando proprio a ciò che accade a est. Incrociando questo sguardo ad uno sguardo esperto sui mercati ne abbiamo tratto una lezione davvero interessante

GUARDA L'OROVILLA TALK DEL 9 APRILE

Cosa accade in Oriente: come la geopolitica influenza e influenzerà i mercati

I mercati, come ci mostra con dovizia di particolari Maurizio, non solo mostrano ottima salute, ma sono estremamente interessanti e hanno recuperato, o stanno per farlo, i livelli pre-covid. Da una parte sono spinti dai piani dei governi per sostenere l’economia, dall’altra ci sono molti movimenti a livello finanziario perché molti investitori intravedono un importante sviluppo positivo degli utili di molte aziende quotate in borsa.

Andamento mercati

Andamento materie prime

Uno degli indicatori più interessanti è l’andamento del petrolio che è spinto dai recenti accordi dell’Opec e dalla ripresa del traffico aereo. La produzione di petrolio aumenterà di 2 milioni di barili al giorno tra maggio e luglio perché c’è una diffusa fiducia nella ripresa della domanda.

Diffusi, seppur più deboli, segnali arrivano dall’economia, dai settori produttivi. L’Italia ad esempio vedrà presto il risultato di ciò che gli esperti osservano oggi al di fuori dei nostri confini.

  • La ripresa dell’occupazione in Germania, in settori chiave come quello industriale e manifatturiero, sono fondamentali per il nostro paese, che è il braccio operativo delle produzioni tedesche
  • Allo stesso modo il potente intervento statale negli Stati Uniti, con 2300 mld di dollari investiti in infrastrutture e altri settori chiave, porteranno enormi benefici a paesi che vantano contratti decisivi oltre oceano, come Italia, Francia e Svezia.

Il quadro sembra estremamente positivo e promettente, ma sono molte le incognite che arrivano da oriente e che potrebbero modificare gli equilibri (non necessariamente in negativo)

  • La Turchia ha mostrato sprezzo delle istituzioni europee con il suo sgarbo a Ursula von der Leyen, forse sopravvalutando il suo potere contrattuale in tema di migranti; certamente l’UE non ha mostrato si sapersi far valere ed è uscita allo scoperto tutta la sua debolezza interna.
  • La Cina percorre la Via della Seta, sia via mare che via terra, aumentando la propria influenza e portando avanti un disegno di lungo termine: da una parte ha concluso un accordo per la produzione di vaccini destinati al Medio Oriente e all’Africa con gli Emirati Arabi, dall’altra riconosce la dignità dell’Iran (cosa che l’UE ancora non è stata in grado di fare) concludendo una serie di accordi che assicurano investimenti in infrastrutture, tecnologia, costruzioni, etc in cambio di petrolio.
  • La Cina mostra tutto il suo autoritarismo anche in estremo oriente: ad Hong Kong approva una nuova legge elettorale e la impone, tagliando di fatto la possibilità di un parlamento eletto dal popolo sull’isola, a Taiwan mostra i muscoli e porta avanti operazioni di logoramento con continue incursioni aeree.
  • La Russia dal canto suo continue con operazioni di disturbo, sia a livello militare (nel Donbass) che strategico (con operazioni di spionaggio)

Russia e Cina ad oggi operano a tutto campo e richiedono un attento esame da parte del neo presidente USA Biden, che ha iniziato il proprio mandato decisamente in salita.

GUARDA L'OROVILLA TALK DEL 9 APRILE

La geopolitica e la vita quotidiana: perché ancora dobbiamo fidarci dell’oro

A investitori e risparmiatori, che devono tirare le somme dei propri conti ogni giorno, nel bene e nel male, i problemi di geopolitica sembrano decisamente troppo lontani per pensare che abbiano un qualche effetto sull’economia quotidiana.

In realtà equilibri e disequilibri hanno ovviamente un impatto. Lo vediamo immediatamente se analizziamo le quotazioni dell’oro, rispetto alle azioni o ad altre materie prime, come ad esempio il petrolio. Quindi anche l’oro subisce un momento di grande volatilità. Ciò accade perché la domanda di investitori, grandi gruppi finanziari e bancari in questo momento si sta spostando dal bene rifugio per eccellenza alle azioni.

Quando la paura, a livello finanziario, cala gli investimenti si spostano molto rapidamente dove la situazione è più promettente. Ma la paura è davvero solo un ricordo?

Ovviamente no. Nel quotidiano la situazione resta la stessa per ora. Le paure restano, le difficoltà anche. Perché però dovremmo ancora fidarci dell’oro fisico?

  • Perché una quotazione più bassa dell’oro rappresenta il momento perfetto per acquistare
  • Perché non esiste timore per il futuro: l’oro nel lungo periodo ha sempre aumentato il proprio valore, anche se ha trascorso periodi di quotazioni al ribasso.
  • L’oro accontenta tutti i profili di rischio
    • Lo speculatore può comprare e vendere oro (finanziario) nel breve periodo per avere un guadagno rapido – massimo rischio, massima necessità di controllo
    • L’investitore sa di poter fare un investimento sicuro nel medio periodo che nello stesso tempo protegga il valore del capitale investito e, se ben controllato, garantisca anche un buon guadagno
    • Il risparmiatore può mettere al sicuro il suo patrimonio acquistando oro (fisico e decorrelato dalla controparte) e dimenticarsene fino a quando ne avrà bisogno: manterrà il suo potere d’acquisto e trattandosi di investimenti di lungo periodo raccoglierà dei frutti estremamente interessanti – massima sicurezza, massimo relax
  • L’oro si muove in modo decorrelato dal mercato azionario. A momenti di debolezza corrispondono altrettanti momenti di grande ripresa: ricordiamo che stiamo parlando di un bene fisico, scarso e difficile da estrarre.

Chi può (e deve) acquistare oro fisico?

Tutti. Dal grande investitore al piccolo risparmiatore che vuole accantonare qualcosa per le necessità, purchè ragioni sul medio-lungo periodo.

    • La ragazza o il ragazzo al primo impiego possono fare piccoli acquisti periodici, liberi e a seconda delle disponibilità, grazie al Piano di Accumulo in Oro del nostro Time Capsule. Anche piccoli accantonamenti mensili permettono negli anni di creare un tesoretto di grande valore.
    • Il risparmiatore accorto sa di poter contare su una cifra maggiore rispetto ad un ragazzo giovane. Per i risparmiatori le soluzioni sono diverse
        • Può acquistare lingotti d’oro (o in argento, platino o palladio) di varie pezzature da conservare al sicuro
        • Può acquistare monete d’oro di grande valore sia numismatico che per il loro peso in oro
        • Può attivare il Piano di Accumulo in Oro di Orovilla con addebiti periodi  o acquisti spot

      SCOPRI IL CONTO IN ORO FISICO

    • Il medio e grande investitore sa bene di dover mettere al sicuro una parte del proprio capitale investendola in beni rifugio. L’oro è da sempre il bene rifugio per eccellenza. Come acquistare oro fisico e in che modo conservarlo? Chiedi una consulenza i nostri esperti in oro fisico.

--

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci! I nostri consulenti sono sempre a vostra disposizione via e-mail (orovilla@orovilla.com) oppure telefonicamente al numero 02-8853215.

ORONews rubrica economica di Orovilla